CONTI PUBBLICI TERRITORIALI

La Banca Dati dei Conti Pubblici Territoriali (CPT) è il risultato di un progetto finalizzato alla misurazione dei flussi finanziari sul territorio. Attraverso i CPT è possibile avere informazioni circa il complesso delle entrate e delle spese (correnti e in conto capitale) delle amministrazioni pubbliche nei singoli territori regionali.

ImmagineLa Banca Dati, fa parte del Sistema Statistico Nazionale (SISTAN), ha disponibilità di dati a partire dal 1996 e presenta caratteristiche di completezza, flessibilità e dettaglio territoriale.  

 I Conti Pubblici Territoriali si riferiscono all'universo del Settore Pubblico Allargato ma consentono una articolazione flessibile per svariati sub-aggregati relativi a: macro-aree e regioni amministrative, classificazioni settoriali, categorie economiche, definizioni di spesa pubblica e soggetti finali di spesa. La metodologia adottata per la costruzione dei CPT, non potendo far riferimento a esperienze simili, è caratterizzata da un progressivo affinamento.

La Banca Dati è dunque sottoposta a periodiche revisioni per le entrate e per le spese. è possibile consultare gli ultimi aggiornamenti metodologici e la Guida completa per la costruzione dei Conti Pubblici Territoriali. I Conti Pubblici Territoriali sono prodotti da una Unità Tecnica Centrale, operante nell'ambito dell’Unità di valutazione degli investimenti pubblici del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica, e da 21 Nuclei operativi presso ciascuna Regione.L'esistenza di una rete di Nuclei è alla base dell'organizzazione dei CPT. Si tratta di una rete di metodi condivisi e di una capillare rete fisica di rilevazione delle informazioni che consente di disporre di un universo di enti estremamente ampio anche in termini sub-regionali (enti dipendenti e società partecipate dalle Regioni), garantendo un patrimonio informativo al momento unico.

 

La Banca Dati CPT è oggi in grado di fornire, con frequenza annuale, dati con un ritardo temporale di circa 12-18 mesi rispetto al periodo di riferimento delle informazioni. Tale ridotto intervallo temporale è un risultato raggiunto grazie agli obiettivi incentivati dal Fondo di premialità rivolto alla Rete dei Nuclei CPT. Per rispondere però all'esigenza di disporre di informazioni tempestive, utili anche per analisi di tipo congiunturale, il Dipartimento ha costruito l'Indicatore anticipatore. Si tratta di uno strumento statistico che anticipa i risultati dei CPT con riferimento alla sola Spesa in conto capitale della Pubblica Amministrazione e consente di avere informazioni con un ritardo di soli 3 mesi